Article

Acne fulminans: Explosive systemic form of acne

Department of Dermatology, Poznan University School of Medical Sciences, Poznan, Poland.
Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology (Impact Factor: 2.83). 10/2010; 25(5):501-7. DOI: 10.1111/j.1468-3083.2010.03855.x
Source: PubMed

ABSTRACT

Acne fulminans (AF) is a rare severe form of acne vulgaris associated with systemic symptoms. It primarily affects male adolescents. Although the aetiology of AF remains unknown, many theories have been advanced to explain it. There have been reported associations with increased androgens, autoimmune complex disease and genetic pre-disposition. The disease is destructive, with the acute onset of painful, ulcerative nodules on the face, chest and back. The associated systemic manifestations such as fever, weight loss and musculoskeletal pain are usually present at the onset. The patients are febrile, with leucocytosis and an increased erythrocyte sedimentation rate. They may require several weeks of hospitalization. The treatment of AF has been challenging; the response to traditional acne therapies is poor. The recommended treatment is aggressive and consists of a combination of oral steroids and isotretinoin. To avoid the relapses, duration of such treatment should not be less than 3-5 months. Although the prognosis for patients treated appropriately is good, these acute inflammatory nodules often heal with residual scarring.

1 Follower
 · 
25 Reads

  • No preview · Article · Nov 2011 · European journal of dermatology: EJD
  • Source
    [Show abstract] [Hide abstract]
    ABSTRACT: L e patologie dermatologiche del bambino non sono generalmente re-sponsabili di sintomatologia dolorosa: i sintomi soggettivi più comunemente riferiti dai piccoli pazienti sono infatti principalmente il prurito e, in secondo ordine, il "bruciore". Mentre però il prurito (che pure è un sintomo "sogget-tivo") può essere quantificato con un parametro dermatologico "oggettivo" abbastanza preciso già a prima vista (valutando la quantità, l'estensione e la severità delle lesioni da grattamen-to), il dolore non è invece facilmente ri-levabile o quantificabile con "segni" dermatologici immediatamente ricono-scibili. Può essere quindi difficile (so-prattutto nel bambino più piccolo che spesso piange "comunque" durante la visita) farsi un'idea precisa della reale dolorabilità di una lesione cutanea. Malgrado questa difficoltà, è impor-tante, quando si valuta un quadro der-matologico, cercare di tenere presente in ogni caso anche il parametro "dolo-re", perché ci sono alcune patologie cutanee effettivamente in grado di evo-care dolenzia anche importante e per-ché, in alcuni casi, è proprio la pre-senza di questo sintomo a facilitare il percorso diagnostico. Vediamo allora in questa Iconografica le principali situazioni in cui, in età pe-diatrica, la pelle "fa male", utilizzan-do, per semplcità didattica, un criterio "geografico" di sede, con un percorso che parte dalle lesioni del cuoio capel-luto fino ad arrivare ai problemi del piede.
    Full-text · Article · Jan 2012 · Medico e Bambino
  • Source
    [Show abstract] [Hide abstract]
    ABSTRACT: Abstract is missing (Letter).
    Full-text · Article · Mar 2012 · Acta Dermato-Venereologica
Show more