ArticlePDF Available

Studio di alcune caratteristiche compositive di oli vergini di oliva sardi e corsi in relazione all'origine geografica

Authors:

Abstract

Percent trygliceride composition, total carotenoids and chlorophylles and the main quality parameters of 110 and 29 extra-virgin oils most important Sardinian and Corsican production places, respectively, have been inspected. Statistical analysis of data revealed that some of the above cited components can serve as discriminatory factors to exactly define the origin of the oil, while others do not. On the other hand, some similarity has been found with other components of the two islands. In particular, it has been found that an exact identification of place of origin is easily achieved for zones 2 (south Sardinia) and 3 (north-west Sardinia), because they show the significantly highest content of POL trygliceride and palmitoleic acid or SOO trygliceride and stearic acid, respectively. Moreover, zones 2 and 3 have the significant lowest content of OOO and PSO tryglicerides, respectively. A cross comparison of parameters allows the place of origin identification for the remaining zones as well. A geographical discrimination of Corsican oils is possible only for those marked as AB, B and G, due to their significantly higher content of LLL, OLLn and PPO tryglicerides, with respect to the other places of origin. No statistical difference was found for S, Z and C oils. Su 110 oli vergini d'oliva sardi e su 29 corsi provenienti dalle principali zone olivicole delle due isole sono stati determinati: composizione percentuale in trigliceridi e alcuni parametri primari della qualità, e, limitatamente ai campioni sardi, gli acidi grassi e il contenuto di caroteni e clorofille totali. L'elaborazione statistica dei risultati ottenuti ha permesso di individuare la presenza di arcuni componenti, che fungono da discriminanti in funzione della zona di provenienza degli oli. Altri componenti, invece, risultano omogenei tra l'intera produzione sarda e corsa. In particolare, si è visto che è possibile discriminare agevolmente gli oli della Sardegna meridionale (zona 2) e della Sardegna nord-occidentale (zona 3) perché presentano il più alto contenuto dal punto di vista statistico del trigliceride POL e di SOO inoltre, hanno iI pill basso contenuto dei triglicerldi OOO (zona 2) e PSO (zona 3). Per le altre zone, invece, è possibile, tramite il controllo di più parametri, risalire alla provenienza. Per gli oli corsi la caratterizzazione geografica e varietale è possibile per quelli siglati AB, B e G, riconoscibili per un significativo maggior contenuto, rispetto aile altre provenienze, rispettivamente dei trigliceridi LLL, OLLn e PPO. Non è stata invece riscontrata una distinzione statisticamente significativa per gli oli siglati S, Z e C.
A preview of the PDF is not available
ResearchGate has not been able to resolve any citations for this publication.
Influenza di alcune variabili: varieta, ambiente, conservazione, estrazione, condizionamento del prod otto finito
  • G Montedoro
  • L Garofalo
G. MONTEDORO, L. GAROFALO, "Caratteristiche qualitative degli oli vergini di oliva. Influenza di alcune variabili: varieta, ambiente, conservazione, estrazione, condizionamento del prod otto finito". Riv. Ital. Sostanze Grasse 61, 157-168 (1984).
Utilisation d'un detecteur a diffusion de la lumiere laser dans I'etude des corps gras par
  • J-L Perrin
  • A Prevot
J-L. PERRIN, A. PREVOT, "Utilisation d'un detecteur a diffusion de la lumiere laser dans I'etude des corps gras par C.L.H.P. II. Analyse des triglycerides des huiles et des graisses". Rev. Fran9. des Corps Gras 11,437-445 (1986)
L'origine degli oli extra-vergini di oliva non e piu un mistero
  • M F Lupoll
M.F. LUPOLl, "L'origine degli oli extra-vergini di oliva non e piu un mistero". Uliveto 25, 15-17 (1993).
2568/91 (11 luglio 1991), L248, 5 sett
  • Cee Regolamento
Regolamento CEE n. 2568/91 (11 luglio 1991), L248, 5 sett. 1991.