Chapter

Conflitto e consapevolezza operaia nell’Europa sud-orientale: organizzazione sindacale e resistenza in tre studi di caso

Authors:
To read the full-text of this research, you can request a copy directly from the authors.

Abstract

Questo capitolo analizza le forme di resistenza operaia nell’industria dell’Europa sud-orientale, al fine di individuare possibilità e limiti di riforma del sindacato post-comunista e di ripresa del conflitto sociale. Il movimento operaio e sindacale in quest’area è stato il grande assente nel processo di trasformazione capitalistica. Lo studio delle relazioni industriali di carattere istituzionalista, pur attento alle trasformazioni sociali, ha messo a fuoco il tema della spiegazione degli ostacoli alla riemersione del movimento operaio. Da una prospettiva diversa, di tipo micro, le ricerche qui presentate analizzano studi di caso dove il conflitto è diventato realtà in forme collettive e organizzate, con la partecipazione più o meno attiva del sindacato. La tesi principale del saggio è che forme di resistenza collettiva sono possibili e di fatto presenti, anche se su scala ridotta. Lo studio di questi casi può aiutare a comprendere condizioni e forme, così come limiti e potenzialità necessarie allo sviluppo tanto dell’organizzazione quanto dei comportamenti operai di questi paesi.

No full-text available

Request Full-text Paper PDF

To read the full-text of this research,
you can request a copy directly from the authors.

ResearchGate has not been able to resolve any citations for this publication.
ResearchGate has not been able to resolve any references for this publication.