Project

Prefiguration

Updates
0 new
0
Recommendations
0 new
0
Followers
0 new
0
Reads
0 new
5

Project log

Valeria Graziano
added a research item
Il volume interroga la scena del lungo Sessantotto in Italia all'incrocio tra sperimentazioni artistiche e politiche dei movimenti, alla ricerca di questioni che ancora assediano e turbano il presente. Questioni esplose allora, relative alla comunità, all'ibridazione disciplinare, ai processi di soggettivazione, alla relazione tra creazione e produzione sono tuttora dominanti nella prassi discorsiva e artistica della performance. Un laboratorio italiano radicale, inventivo e non privo di contraddizioni, qui prende corpo attraverso temi e percorsi che hanno avuto la loro prima emersione negli anni Sessanta e sono venuti radicandosi e precisandosi nei Settanta, in quella forma-performance che deflagrava nello spazio delle lotte. Nel vivo delle geografie, degli ambienti, degli ecosistemi relazionali, il volume restituisce la dimensione complessa della performance come campo di produ-zione del comune. In fiamme è costruito come un oggetto a più dimensioni e polifonico, che assembla diverse temporalità e voci di artiste/i, studiose/i, attiviste/i, muoven-dosi tra teorie e pratiche, tra scritture e materialità delle immagini. Frutto del lavoro del gruppo di ricerca di INCOMMON, è un archivio vivo di parole e gesti che si riattiva al presente, aprendo nuove traiettorie di lettura storica e insieme di teoria critica contemporanea.
Valeria Graziano
added 3 research items
The current rise of an aggressive far right discourse calls for a revision of the practices, modes and figures of resistance. Across the current debates that are critically unfolding on this issue, it seems clear that a fragility of the imaginary accompanies all of them. By this, I mean a sense of a lack of firm antecedents able to lend to current movements any process of figuration capable of anchoring their narrations. In other words, what appears to be lacking is the process that Isabel Stengers has called ‘dramatization’, or a speculative process that understands “that the jump is not only toward, that it cannot be dissociated from the ground it leaves.” (Stengers 2012, 203). As it will become clear, it is precisely this relatedness between the jump and the ground that I intend to explore using the partisan as a guiding figure.