Fig 2 - uploaded by Domenico Mediati
Content may be subject to copyright.
-Schemi esemplificativi di chiese a quinconce. a) Monastero di Costantino Lips (Fener-i 'Isa Cami), Costantinopoli; Chiesa del Myrelaion (Bodrun Cami), Costantinopoli; Panagia ton Chalkeon, Tessalonica; Chiesa della Theotokos nel monastero di S. Luca, Osios Lukas. b) Panagia Cosmosoteira, Pherrai; S. Giorgio della Mangana, Costantinopoli. c) S. Marco, Rossano Calabro; Cattolica, Stilo.

-Schemi esemplificativi di chiese a quinconce. a) Monastero di Costantino Lips (Fener-i 'Isa Cami), Costantinopoli; Chiesa del Myrelaion (Bodrun Cami), Costantinopoli; Panagia ton Chalkeon, Tessalonica; Chiesa della Theotokos nel monastero di S. Luca, Osios Lukas. b) Panagia Cosmosoteira, Pherrai; S. Giorgio della Mangana, Costantinopoli. c) S. Marco, Rossano Calabro; Cattolica, Stilo.

Source publication
Article
Full-text available
The Cattolica di Stilo, one of the greatest monu-ments of Calabria, is the most important example of the secular Byzantine influence on this region. The Greek cross inscribed in a square, with its five domes, denounces his connection with an archi-tectural style of oriental origin. Although built in a remote province of the Empire, the Catho-lic is...

Contexts in source publication

Context 1
... ricordano tra le altre il Monastero di Costantino Lips a Costantinopoli, la Chiesa del Myrelaion a Costantinopoli, la Panagia tõn Chalkeõn a Tessalonica, la Chiesa della Theotokos nel monastero di S. Luca), su di un impianto planimetrico analogo a quello delle chiese di Stilo e Rossano, i quattro vani angolari vengono coperti con volte a crociera (Fig. 2). Nelle due chiese calabresi, invece, essi presentano una definizione dello spazio interno più articolata: al posto delle volte a crociera si ritrovano quattro cupole d'angolo emisferiche su tamburi cilindrici, sorretti da pennacchi sferici. È una replica dell'impianto cupolato posto sul vano centrale in corrispondenza dell'incrocio dei ...
Context 2
... chiese calabresi, invece, essi presentano una definizione dello spazio interno più articolata: al posto delle volte a crociera si ritrovano quattro cupole d'angolo emisferiche su tamburi cilindrici, sorretti da pennacchi sferici. È una replica dell'impianto cupolato posto sul vano centrale in corrispondenza dell'incrocio dei bracci della croce (Fig. 2c). È chiaro che tali difformità trasformano in maniera determinante la percezione della spazialità interna. Nella chiesa di Stilo non vi è uno spazio baricentrico con un punto di vista privilegiato ma in essa si determinano cinque possibili baricentri ed altrettanti punti di osservazione gerarchicamente disposti, seppur raccordati da una ...
Context 3
... cupole si riscontra nella Panagia Cosmosoteira a Pherrai e in S. Giorgio della Mangana a Costantinopoli. In entrambi i casi, però, è evidente un più forte rapporto gerarchico, accentuato dalla minore espansione degli spazi angolari rispetto a quello baricentrico, il che determina un diametro minore delle cupole angolari rispetto a quella centrale (Fig. 2b). È un'organizzazione spaziale più articolata, in cui l'integrazione tra i vari moduli spaziali viene ostacolata dalla presenza di corposi setti murari in S. Giorgio e di voluminosi pilastri posti vicino alla zona absidale nella Panagia. Diversa è l'articolazione dello spazio nella Cattolica, dove la pre- senza di quattro esili colonne ...
Context 4
... degrada sempre nella direzione est, verso il terrazzamento. La differenza di solo 1° produce in 4,5 m di lunghezza una differenza di 7,5 cm. L'imposta delle cupole poste sul lato ovest è infatti più alta di 18 cm rispetto all'altezza di quelle sul lato est. Nella direzione opposta, cioè sud-ovest, non si riscontrano deformazioni di tale entità (Fig. 24). Infatti la sommità delle due cupole differisce solo di 4 cm e la retta che li unisce forma con l'orizzontale un angolo di soli 0.5°. La posizione inclinata del piano d'imposta non basta a giustificare la diversa collocazione delle cupole, infatti anche l'altezza dei tamburi è leggermente diversa e accentua la differenza di altezza ...
Context 5
... capitello rovesciato). Solo attraverso questo tipo di sezione è possibile visualizzare la forma dei pennacchi sferici che sostengono il tamburo delle cupole. Essi si discostano di poco dalla geometria teorica: quelli della cupola centrale hanno un raggio di 1,25 m, quelli della cupola nord-est di 1,16 m, quelli della cupola sud-ovest di 1,20 m (Fig. 25). Infine gli archi a tutto sesto che sostengono le volte a botte, pur essendo regolari, hanno dimensioni diverse. Sul lato ovest, infatti, hanno un raggio di 81 cm e s'innestano direttamente nel muro perimetrale; quelli sul lato est poggiano su lesene ed hanno un raggio di 67 cm. L'arco che sostiene la volta a botte della navata ...
Context 6
... che le deformazioni relative ai piani verticali sono meno evidenti, forse a causa dei restauri subiti dalla chiesa nel corso del tempo. L'inclinazione media del piano di posa dei mattoni è di 0.61° mentre la posizione dei tamburi delle cupole poste a sud conferma l'entità delle deformazioni già evidenziate nella rilettura geometrica dell'interno (Fig. 26). Si potrebbe pensare che le deformazioni angolari dei muri perimetrali della Cattolica siano dovute alla cattiva disposizione delle quattro colonne centrali. Ma analizzando gli angoli che queste formano, possiamo notare che essi non coincidono con le deformazioni dei muri esterni e gli interassi sono relativamente uniformi: 2,21 m sui ...
Context 7
... priva, probabilmente perché essendo collocata contro terra non ha richiesto impalcature per essere realizzata. Questo aspetto avrebbe potuto alterare la perfetta messa a piombo della parete stessa. Così come appare probabile che la deformazione angolare della pianta sia dovuta alle difficoltà riscontrate nella realizzazione dello sbancamento. Fig. 24 -Stilo, Cattolica. Sezione nord-sud. Fig. 25 -Stilo, Cattolica. Sezione sulla diagonale. Fig. 26 -Stilo, Cattolica. Prospetto ...
Context 8
... contro terra non ha richiesto impalcature per essere realizzata. Questo aspetto avrebbe potuto alterare la perfetta messa a piombo della parete stessa. Così come appare probabile che la deformazione angolare della pianta sia dovuta alle difficoltà riscontrate nella realizzazione dello sbancamento. Fig. 24 -Stilo, Cattolica. Sezione nord-sud. Fig. 25 -Stilo, Cattolica. Sezione sulla diagonale. Fig. 26 -Stilo, Cattolica. Prospetto ...
Context 9
... realizzata. Questo aspetto avrebbe potuto alterare la perfetta messa a piombo della parete stessa. Così come appare probabile che la deformazione angolare della pianta sia dovuta alle difficoltà riscontrate nella realizzazione dello sbancamento. Fig. 24 -Stilo, Cattolica. Sezione nord-sud. Fig. 25 -Stilo, Cattolica. Sezione sulla diagonale. Fig. 26 -Stilo, Cattolica. Prospetto ...
Context 10
... I disegni di Schulz, oltre ad essere i più antichi, hanno avuto il merito di diffondere la fama del monumento in Europa e, quindi, di suscitare curiosità e interesse da parte degli storici dell'arte medievale. Si tratta di grafici molto sommari, a metà fra il rilievo e un'ipotesi di restauro. Come si può vedere dal disegno del prospetto sud (Fig. 27), Schulz raffigura un edificio idealizzato, astratto dal contesto e con numerosi elementi di difformità rispetto alla situazione reale dell'epoca; solo per fare un esempio, non è riportata la finestra trilobata sovrastante l'ingresso, realizzata nel Settecento e rimossa negli anni Venti del XX secolo in occasione del restauro diretto da ...
Context 11
... Orsi, che in qualità di Soprintendente alle Antichità di Calabria si occupò dell'edificio a partire dal 1911 10 . A questa data, o comunque non oltre il 1914, risalgono le fotografie che Orsi inserisce nel suo saggio e che documentano lo stato di conservazione antecedente al primo dei tre interventi di restauro effettuati nel corso del Novecento (Fig. 28). Il monumento ritratto in queste fotografie è in uno stato di totale abbandono; porta i segni delle ripetute alterazioni subite nel corso dei secoli ed è parzialmente invaso dalla vegetazione. Tutte e quattro le fotografie di Orsi rappresentano delle "vedute obbligate". A eccezione della prima, che riprende l'edificio in vista frontale ...
Context 12
... stessi. Fra gli elaborati redatti da Teodoru spicca una sezione lungo la diagonale del quadrato che definisce l'edificio in pianta (disegno che, pur scorciando le dimensioni degli elementi posti sul piano orizzontale, è indispensabile per definire i rapporti fra la cupola centrale e le cupole laterali) e un'interessante prospettiva dal basso (Fig. 32). Fra il 1968 e il 1970 la Cattolica è oggetto dell'ultimo intervento di restauro, avente per oggetto la tamponatura dell'arco in mattoni sovrastante la porta d'ingresso e la sistemazione del sentiero di accesso. La fama del monumento è ormai grande e a quel periodo risalgono numerosi studi ad esso dedicati. Fra questi, il più ...